Ascensori per disabili: soluzioni oltre ogni barriera

Ascensori per disabili: soluzioni oltre ogni barriera

Quello che Pangea fa è immedesimarsi nelle molteplici realtà di ciascuna persona. Una di queste realtà è la disabilità e gli ostacoli legati alla libertà di spostarsi, senza impedimenti. Per questo la parola preferita di Pangea nel campo degli ascensori per disabili è soprattutto una: adattabilità; che poi fa rima con versatilità.

Laddove esistono barriere architettoniche (fin troppo frequenti), Pangea interviene, offrendo una soluzione all’ostacolo e costruendo ascensori su misura delle necessità delle persone.

Le barriere architettoniche sono tutti quegli elementi che costituiscono una limitazione o impedimento allo spostamento di persone con disabilità, discordando con la libertà di movimento che ciascuno dovrebbe avere. L’accessibilità è un diritto della persona e qualsiasi gradino, scala o ostacolo costruttivo che ne limiti la libertà, deve essere abbattuto. Letteralmente e fisicamente.

Spesso accade infatti che un’abitazione o una struttura, magari datate, non abbiano la predisposizione ad ospitare al proprio interno un ascensore. Infatti, non sempre è possibile intervenire costruendo un ascensore all’interno dell’edificio a causa del problema che comporterebbe alla struttura portante. Questo ostacolo non esiste più, dal momento che Pangea non si ferma davanti al limite che incontra, ma costruisce attorno ad esso. La soluzione è guardare oltre: realizzare ascensori e piattaforme elevatrici esterne è il passo oltre il problema.

Gli ascensori esterni: soluzioni su misura

Il primo passo di Pangea è offrire un prodotto sicuro; sicuro perché le piattaforme sono dotate di un limitatore di velocità che evita il movimento incontrollato della pedana ovunque essa si trovi. Questo limitatore può essere equiparato ai dispositivi presenti e obbligatori negli ascensori conformi all’emendamento A3 (che racchiude le norme relative ai controlli sui movimenti incontrollati della cabina e sul suo arresto).
Inoltre, grazie alla gestione della doppia velocità, le partenze e gli arresti dell’ascensore sono soft e precisi. Grazie a questo sistema, si eviteranno movimenti fastidiosi e che potrebbero creare disagio alla persona.

Il secondo passo, invece, è la capacità Pangea di integrare la soluzione in qualsiasi ambiente. L’ascensore della linea EW Flex è uno degli ascensori elettrici che combina due elementi fondamentali nel mondo Pangea: la versatilità nell’integrarsi in uno spazio già esistente e il concept eco-friendly. Il risultato è una combinazione di successo, giunta fino in Germania e in Austria. Oltre che in Italia.

Un esempio di questa capacità di adattamento ad ogni tipologia di struttura è proprio uno degli ascensori della linea EW Flex, installato in provincia di Trento.

Ricordando che un ascensore esterno è la soluzione perfetta per facilitare la mobilità a chi presenta una disabilità deambulatoria, in questo caso esso è stato concepito per integrarsi perfettamente alla soluzione abitativa.
Lo spazio è stato sfruttato al meglio: infatti per agevolare ulteriormente la mobilità, è stata disposta una passerella esterna in corrispondenza del secondo piano in grado di mettere in comunicazione diretta l’ascensore con la balconata. Inoltre, anche il design è stato configurato in linea con l’architettura e lo stile della casa. Il risultato è quindi perfettamente in equilibrio tra efficienza, sicurezza, comodità ed estetica.